Come supportare gli AdS nominati: i Gruppi AMA

 

Praticamente in quasi tutti i territori della Lombardia, negli Sportelli Territoriali delle nostre Reti, è possibile trovare informazioni e supporto alle attività di orientamento, predisposizione del ricorso, supporto all’udienza di nomina, ecc. 
Il supporto agli AdS nominati rimane invece un terreno da sviluppare, sul quale sperimentare forme di aiuto ed assistenza... vanno approfondite le esperienze che già esistono e identificate nuove forme di supporto.

Nel Foglio Informativo 4/2014 Monica Ghislanzoni della Rete AdS di Lecco tratta questo argomento presentando l'esperienza dei Gruppi AmA.

Perché avete attivato questa esperienza?

Il Gruppo AMA AdS volontari di Lecco nasce nel 2010, per rispondere alla necessità di supportare e di valorizzare gli amministratori di sostegno nominati a fianco dei beneficiari, facendo emergere le esperienze realizzate , evitare situazioni di isolamento e solitudine riguardo la gestione dell'amministrazione, superare la logica dell'autoreferenzialità rispetto alle scelte da compiere in coerenza con i desideri, le necessità e il progetto di vita della persona amministrata.

Quali erano i bisogni di partenza?

Le necessità iniziali che in parte sono ancora attuali riguardano la condivisione dei vissuti che l'ads attraversa, lo scambio di informazioni e di strategie per affrontare le varie problematiche, sia di natura relazionale con la persona del beneficiario, sia per quelle a carattere burocratico e di connessione con i servizi territoriali. 

Per continuare a leggere scarica il Foglio Informativo 4/2014


Nel Foglio Informativo 4/2014:

  • Editoriale: Un anno di Coordinamento per innovare e crescere di Zaccheo Moscheni per il Coordinamento Regionale
  • Come supportare gli AdS nominati: i Gruppi AmA di Monica Ghislanzoni, Rete AdS di Lecco
  • Una delle nostre reti... Territorio ASL Milano
  • Incontriamo un Volontario della Rete di Milano, Pietro
  • Cosa c'è stato... cosa ci sarà

 

 
 

 

La rete di Lecco si presenta nel Foglio Informativo

 

La rete “Per poter volare più in alto” di Lecco si presenta nel Foglio Informativo 3/2013

Incontreremo Giancarlo, AdS Volontario ed attivo nella promozione del gruppo AMA AdS Volontari e scopriremo di più dell'esperienza di Lecco sull'Amministrazione di Sostegno.

Per continuare a leggere scarica il Foglio Informativo 3/2013


Nel Foglio Informativo 3/2013:

  • Editoriale: Le reti si incontrano di Chiarella Gariboldi, Assunta Peluso e Lino Lacagnina
  • AdS, relazione d'aiuto e consenso informato di Monica Basurini, Rete AdS Bergamo
  • Una delle nostre reti... Lecco
  • Incontriamo un Volontario della Rete di Lecco, Giancarlo
  • Cosa c'è stato... cosa ci sarà
 
 

 

A Lecco firmato il protocollo interistituzionale triennale per l’Amministrazione di Sostegno

 

Dopo un percorso durato tre anni di collaborazioni, di protocolli d’intesa e di scambio di esperienza tra tutte le istituzioni coinvolte sul tema dell’Amministrazione di Sostegno e il Terzo Settore, il protocollo d’intesa recentemente firmato a Lecco definisce gli impegni di ognuno dei sottoscrittori per la costruzione di un sistema integrato di protezione giuridica delle persone fragili sul territorio della provincia di Lecco in coerenza con le linee guida regionali del gennaio 2013.

La firma del protocollo del 12 settembre scorso tra Tribunale Ordinario di Lecco, ASL della provincia di Lecco, Provincia di Lecco e Federazione Coordinamento Handicap che sancisce e formalizza le collaborazioni in atto fin dal 2010 in tema di Amministrazione di Sostegno si colloca nel nuovo scenario delineatosi dopo l'introduzione da parte della Regione Lombardia delle "Linee d'indirizzo per la qualificazione e il rafforzamento del sistema di protezione giuridica delle persone fragili" emanate con DRG n. 4696 del 16/1/2013.
La recente normativa indica chiaramente la necessità di perseguire politiche di sussidiarietà e di integrazione tra soggetti pubblici e del privato sociale che operano sul territorio e in questa logica si è operato per giungere anche a Lecco a un riconoscimento reciproco dei diversi soggetti in campo.
Per effetto del protocollo ogni soggetto sottoscrittore si impegna a realizzare azioni specifiche per il miglioramento delle attività e dei servizi forniti alla cittadinanza. Tra i punti salienti: un raccordo costante con gli operatori volontari degli sportelli informativi di Bellano, Lecco e Paderno d'Adda; una raccolta puntuale e una condivisione dei dati sull'avvio di nuovi procedimenti; un'attività di informazione e formazione condivisa e continuativa per gli operatori sociali, socio-sanitari e per gli amministratori di sostegno; l'istituzione di un elenco degli amministratori di sostegno volontari.

 
 

 

Un vademecum

 

Il progetto Ads di Lecco pubblica un vademecum per chiarire quali siano gli atti di straordinaria amministrazione che non possono essere compiuti senza preventiva autorizzazione del Giudice Tutelare. Il documento, a cura di Donatella Falaguerra e Anna Maria Delitala, Consulenti Sportelli AdS Lecco e Bellano, specifica inoltre quando è opportuno chiedere l’autorizzazione al giudice tutelare ed alcuni aspetti da ricordare sempre.

a cura di Donatella Falaguerra e Anna Maria Delitala, Consulenti Sportelli AdS Lecco e Bellano

Risorse:

 
 

 

Collaborando per l’Ads

 

Il Comune di Lecco con determinazione 734 del 22 ottobre 2012 ha approvato la procedura operativa di attivazione dell’Ads in collaborazione tra la Federazione Coordinamento Handicap, capofila del progetto Ads, il Centro Servizi del Volontariato SoLeVol ed il Comune stesso. La procedura è l’esito della sperimentazione tra le tre organizzazioni che hanno avviato una collaborazione per rispondere alle necessità di sostenere persone che per la loro condizione fosse necessaria la nomina di un Ads. Questo mostra come siano possibili le sperimentazioni nell’ambito della protezione giuridica che, grazie alla loro positiva realizzazione, hanno trovato una successiva stabile collocazione all’interno dell’attività di co-progettazione che il Comune di Lecco ha avviato con il terzo settore - General Contractor Consorzio Consolida - nell’ambito di interventi innovativi e sperimentali nel settore dei servizi sociali e delle politiche famigliari periodo febbraio 2013 – gennaio 2018.

Il Comune di Lecco con determinazione 734 del 22 ottobre 2012 ha approvato la procedura operativa di attivazione dell'Ads in collaborazione tra la Federazione Coordinamento Handicap, capofila del progetto Ads, Il Centro Servizi del Volontariato SoLeVol ed il Comune stesso. La procedura è l'esito della sperimentazione tra le tre organizzazioni che hanno avviato una collaborazione per rispondere alle necessità di sostenere persone che per la loro condizione fosse necessaria la nomina di un Ads.

Sono stati anche costruiti strumenti comuni (scheda profilo candidato Ads volontario e schema profilo utente-beneficiario, incluse nell'allegato al documento di determinazione.

La procedura approvata prevede i seguenti passaggi:

  1. valutazione interna del servizio
  2. proposta alla famiglia e/o alla persona
  3. compilazione "scheda profilo utente-beneficiario"
  4. invio "scheda profilo utente" alla Progetto Ads di Lecco per l'individuazione candidato Ads adeguato alla situazione
  5. segnalazione da parte del Progetto e/o del Solevol del candidato individuato
  6. incontro tra servizio inviante e candidato Ads per presentazione della situazione
  7. incontro di presentazione tra candidato Ads e la persone e/o nucleo familiare
  8. compilazione e invio dell'istanza di nomina Ads al Giudice Tutelare c/o il Tribunale
  9. udienza di nomina su convocazione del Giudice Tutelare
  10. avvio attività dell'Ads
  11. monitoraggio da parte del servizio e del progetto Ads e SoLeVol.

Questo infatti mostra come siano possibili le sperimentazioni nell'ambito della protezione giuridica che, grazie alla loro positiva realizzazione, hanno trovato una successiva stabile collocazione all'interno dell'attività di co-progettazione che il Comune di Lecco ha avviato con il terzo settore nell'ambito di interventi innovativi e sperimentali nel settore dei servizi sociali e delle politiche famigliari per il periodo febbraio 2013 - gennaio 2018

Oltre alla valenza funzionale di tale procedura, è importante ricordarla come buona prassi ed esito concreto di un processo di sperimentazione di co-progettazione tra organizzazioni che compongono il sistema di protezione giuridica.

 
 

 

Iscrizione Newsletter